20/09/2019 ore 08:22
Foligno: venerdi 12 marzo al teatro Politeama Clarici spettacolo della compagnia Kataklò dal titolo "Play"
Grande attesa al teatro Politeama Clarici di Foligno venerdì 12 marzo alle 21 per "Play", lo spettacolare lavoro della compagnia Kataklò. L’idea dello spettacolo è la rappresentazione dell’Italia alle Olimpiadi della Cultura di Pechino 2008 su invito del Ministero della Cultura cinese e con l’Alto Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’Ambasciata d’Italia. Lungo una linea immaginaria di corpo e mente, Play dà una scossa all’anima. Strutturato a quadri, ha la capacità di fagocitare lo spettatore in un incantesimo. Ipnotico. Immaginario. Come certe fiabe. Una corsa irrompe in scena, ruba il silenzio, il buio e il tempo diventano puro ritmo. Intuizioni geniali alludono al mondo acquatico di creature fantastiche che guizzano come sirene immerse in atmosfere lunari. Senza passi falsi due ballerine si fronteggiano. Un duello in punta di fioretto pronto a tirare una stoccata. Giulia Stacciali, coreografa e regista di Play ma anche fondatrice della compagnia Kataklò, si avvale in questo spettacolo della raffinata colonna sonora, appositamente realizzata, del noto compositore Ajad, creando un filo conduttore musicale saldamente connesso allo sviluppo dello spettacolo, sostenendone la forza evocativa; mentre gli splendidi costumi di Sara Costantini valorizzano le coreografie, di cui il disegno luci di Andrea Mostachetti coglie ogni riflesso. Il progetto Kataklò è nato sviluppando fin dall’inizio un tratto coreografico assolutamente peculiare, basato sullo studio approfondito del gesto e del linguaggio corporeo in tutte le sue forme, delineando quindi un nuovo approccio a quello che viene internazionalmente definito phyisical theatre, ottenendo ampi riconoscimenti di pubblico e di critica. Lo stile di Kataklò si basa sin dagli esordi sull’alta preparazione atletica, oltre che su una notevole tecnica di danza, di tutti gli interpreti. E’ un work in progress che sempre genera idee innovative e collaborazioni stimolanti. Una filosofia di vita.
12/3/2010 ore 0:05
Torna su