20/09/2019 ore 08:23
Todi: dal 30 gennaio al 14 febbraio in città e nelle frazioni decima edizione di "Carnevalandia"
“Carnevalandia rappresenta una manifestazione fondamentale per Todi, poiché fa da lancio alla stagione turistica, ed è motivo di grande orgoglio in quanto è simbolo di una città che è tutta unita, che fa della cultura, dello spettacolo e del turismo un volano di ulteriore crescita e sviluppo”. Lo ha sottolineato il sindaco di Todi, Antonino Ruggiano, presentando a Perugia la decima edizione di “Carnevalandia”, in programma a Todi e nelle sue frazioni dal 30 gennaio al 14 febbraio. La manifestazione, organizzata dal “Comitato per il Carnevale”, dal Circolo culturale sportivo e dall’Unione Commercianti ed Artigiani Ponte Rio – Pian di Porto, con la collaborazione e il contributo dell’amministrazione comunale di Todi, da quest’anno si avvale del patrocinio della Regione Umbria e della Provincia di Perugia. “Un riconoscimento per una manifestazione che si è affermata a livello regionale e nazionale – ha detto il sindaco – grazie alla capacità, all’intelligenza, al sacrificio degli organizzatori e del foltissimo gruppo di cittadini e volontari che sono coinvolti e che daranno vita anche quest’anno a decine e decine di iniziative”. Nei sedici giorni della manifestazione sono in programma sfilate di carri allegorici, spettacoli di danza, veglioni, raduni e feste di piazza, momenti di sport – spettacolo, corsi di cucina a tema. Sono coinvolte anche le scuole e numerose associazioni cittadine. “Tra tutte le iniziative – hanno rilevato il sindaco Ruggiano e Luca Rossini, del ‘Comitato per il Carnevale’ - spicca il Carnevale Medioevale, di cui Todi va veramente fiera, l’unico organizzato in Umbria, alla quinta edizione. Dall’11 al 14 febbraio Piazza del Popolo e tutto il centro storico di Todi si vestiranno di abiti medioevali. Sotto la regia di Gianluca Foresi, giullari e cantastorie, arcieri e cavalieri, sbandieratori e falconieri daranno vita a uno spettacolo ambientato nel 1200, contornati da oltre 300 figuranti in costume. Il tutto culminerà con la sfilata dei Ceri a San Fortunato”. Ci saranno, inoltre, oltre 50 banchi medioevali, la mostra “Il Medioevo” con armi, costumi, strumenti musicali e gastronomia medioevale, il “Palio della Mittarella ” con 250 arcieri da tutta Italia. “Il Carnevale medioevale – ha sottolineato il vicesindaco di Todi, Moreno Primieri – ricostruisce e valorizza quella è stata l’epoca del massimo splendore per la città e può rappresentare a pieno titolo una manifestazione di ‘bandiera’ per Todi”.
All’interno di Carnevalandia, è previsto il II Raduno di Camperisti con iniziative e spettacoli per gli amanti del turismo all’aria aperta e con l’obiettivo di superare le adesioni del 2009 quando oltre 350 equipaggi hanno “invaso” la città. Tra le novità della decima edizione di “Carnevalandia”, figurano le esibizioni di 50 sbandieratrici e l’allestimento (sabato 6 febbraio) in Piazza del Popolo del “Paese dei Balocchi”, un “circo anni Trenta, in stile felliniano”. “L’invito per tutti – hanno detto amministratori e organizzatori – è di venire a Todi per il Carnevale. Lo scorso anno sono state oltre 30mila le persone richiamate dalle varie iniziativa, un successo che ci auspichiamo di ripetere se non di superare”. Il programma completo di “Carnevalandia 2010” è disponibile “on line” all’indirizzo www.carnevalandia.com che offre, oltre a notizie sugli spettacoli e curiosità, oltre 500 foto dei momenti più belli e significativi delle precedenti edizioni.
28/1/2010 ore 0:31
Torna su