20/09/2019 ore 08:20
Epifania: tante le antiche e suggestive tradizioni nei paesi umbri per festeggiare l'ultima festa natalizia
L'Umbria è da sempre terra di antiche e suggestive tradizioni che ancora rivivono ogni anno, all'interno delle città e dei piccoli borghi di cui la regione è costellata. Il Canto della Pasquarella, uno dei più antichi e importanti eventi di musica popolare della Valnerina, è sicuramente fra le manifestazioni di maggior interesse. La tradizione antica, di origine pastorale, viene rinnovata ogni anno dall’1 al 6 gennaio. Le voci sono accompagnate da strumenti tradizionali: la parte melodica è affidata all'organetto o alla fisarmonica, mentre la ritmica ai tamburelli, triangoli e caccavelle. Ad Alviano (Tr) si attende l'arrivo della Befana con la Tradizionale Cantata della Vecchiarella: accompagnata da musici e cantori la Vecchiarella passa di casa in casa, dalle ore 14 alle 23 del 5 gennaio, per raccogliere fondi destinati alle Messe per le "Anime del Purgatorio". Inoltre il 6 gennaio la Befana arriva sui pattini presso il Palasport Evangelisti di Perugia; mentre ad Arrone (Tr) le canoe corredate di fiaccole, scenderanno il fiume Nera trasportando la Befana che si fermerà nei pressi del caratteristico centro storico!

5/1/2010 ore 0:37
Torna su